Rinoplastica di Revisione

Revisione rinoplastica a Milano: il ritocco di un naso già “rifatto”

Cosa fare se il risultato di un intervento di rinoplastica primaria non è all’altezza delle tue aspettative, oppure se dopo la chirurgia devi fronteggiare difetti fisici o funzionali? Una soluzione può essere la rinoplastica di revisione, ovvero un secondo intervento al naso con l’obiettivo di correggere esiti chirurgici insoddisfacenti. I problemi che la revisione può correggere includono tanto imperfezioni estetiche più o meno evidenti quanto alterazioni della funzione respiratoria.

Tra le motivazioni di natura estetica che spingono il paziente a tornare dal chirurgo o a cercare uno specialista in rinoplastiche secondarie, il classico aspetto da “naso rifatto” o “naso chirurgico”. Particolarmente complesse sono invece le revisioni caratterizzate da assenza/insufficienza di supporto strutturale del dorso e/o della punta. Questo problema si rileva soprattutto quando la prima rinoplastica è stata eseguita qualche decina di anni fa oppure quando il chirurgo si è avventurato in prelievi di cartilagine settale incauti e sproporzionati.

Oggi infatti sono state messe a punto tecniche minimamente invasive che rendono gli innesti strutturali superflui nella maggior parte dei casi di rinoplastica primaria. Ecco perché quello che molti presentano come un semplice “ritocco del naso” è in realtà un intervento chirurgico a tutti gli effetti. Ogni rinoplastica uomo o donna presenta complessità intrinseche e richiede le cautele che si riserverebbero a qualsiasi procedura eseguita in sala operatoria.

Il chirurgo esperto e lungimirante non può non tener conto della possibilità di dover intervenire una seconda volta sullo stesso paziente, che è un dato di fatto statistico. Pertanto, adotterà un atteggiamento prudenziale e conservativo già in sede di rinoplastica primaria, preparandosi all’evenienza di una rinoplastica di revisione.

Galleria fotografica dei nostri lavori

In viaggio con i miei pazienti

Rinoplastiche di revisione: dai semplici ritocchi ai casi più più complessi

Partendo dal presupposto che non esistono interventi chirurgici o “di routine”, possiamo però distinguere tra casi tecnicamente più complessi e casi più semplici. Non possiamo mettere sullo stesso piano una revisione estrema e un ritocco al naso che può essere eseguito in anestesia locale. Ma entrambe le situazioni richiedono tutta l’attenzione e l’esperienza dello specialista, che deve essere pronto a valutare e affrontare le complessità specifiche che presenta ogni rinoplastica femminile o maschile.

Tra le problematiche più complesse che il chirurgo può possono presentarsi in sede di rinoplastica di revisione, ricordiamo:

  • il naso a sella, ovvero la rientranza del dorso nasale, causata dall’eccessiva rimozione del sostegno osseo e/o cartilagineo;
  • la formazione di scalini sul dorso e/o sulle pareti laterali dovuta a osteotomie insufficiente o inadeguata, che causa la formazione di un profilo innaturale;
  • la “deformità a V-invertita”, ovvero una complicazione legata a manovre demolitive troppo aggressive che causa la disarticolazione di dorso osseo e cartilagineo.

Leggi tutto

L’importanza del giusto approccio in rinoplastica primaria

Quando in sede di rinoplastica primaria il chirurgo applica le tecniche meno invasive possibili e adotta un atteggiamento conservativo e non destrutturante, il risultato finale è generalmente molto più prevedibile. E anche un’eventuale rinoplastica di revisione risulta più facile da gestire, offrendo maggiori margini di manovra e sicurezza.

A volte invece, per inesperienza o per over-confidence, il chirurgo:

  • accondiscende a richieste incongrue, poco realistiche o rischiose come la pretesa di un profilo molto specifico inadatto alla struttura anatomica naturale;
  • trascura l’importanza di un’analisi preoperatoria approfondita e accurata;
  • ricorre a innesti cartilaginei strutturali anche quando non strettamente necessari (ovvero in caso di palese difetto di supporto dello scheletro osteo-cartilagineo);
  • effettua una riduzione eccessiva delle strutture nasali, destinate a causare difetti che diverranno più visibili nel lungo termine.

In tutti questi casi, il risultato può essere un naso evidentemente rifatto (e rifatto male, aggiungiamo), il collasso delle narici o della struttura dorsale, difformità o asimmetrie più o meno vistose e persino importanti difetti funzionali.

Revisioni chirurgiche per difetti legati al processo di guarigione

Un’arte complessa come la chirurgia nasale richiede lunga e approfondita esperienza. Tuttavia, anche i chirurghi più abili e competenti possono incorrere nell’insoddisfazione di un paziente o in risultati imperfetti. Questo anche a causa del processo di guarigione che rappresenta un’importante variabile il cui andamento non può essere previsto con esattezza.

Tra le problematiche legate al processo di guarigione vi sono le evoluzioni cicatriziali anomale, statisticamente più frequenti dopo rinoplastica aperta che comporta maggior dissezione. I più comuni sono ispessimenti fibrosi noti come Polly tip. Si tratta di tenaci rigonfiamenti che possono formarsi sopra la punta nasale, tra il bordo anteriore della cartilagine settale e la copertura cutanea.

In questi casi è fondamentale effettuare un controllo post-operatorio accurato e, se la diagnosi è corretta, è quasi sempre sufficiente effettuare infiltrazioni con farmaci cortisonici steroidei. Più che di una vera e propria revisione, possiamo parlare di un ritocco del naso ambulatoriale, pochissimo invasivo ed eseguibile in anestesia locale. Lo stesso può avvenire quando il problema riguarda piccole imperfezioni del dorso o la proiezione-rotazione della punta.

Rinoplastica di revisione a Milano con il miglior chirurgo

Cosa fare se non sei soddisfatto del tuo aspetto dopo la rinosettoplastica? Puoi tornare dallo stesso chirurgo che ti ha operato per una rinoplastica di revisione. Oppure, soprattutto quando i problemi derivano da scelte e manovre chirurgiche inesperte o sconsiderate, puoi rivolgerti a un esperto di revisioni in rinoplastica.

La rinoplastica e la settoplastica sono operazioni di notevole complessità che richiedono un significativo bagaglio di esperienza, competenza e abilità. Nel caso della revisione, le abilità richieste al chirurgo sono ancor più sofisticate: dalla capacità di analisi pre-operatoria alla precisione delle manovre, ogni rinoplastica secondaria, terziaria e così via è infatti un intervento unico e individuale che esige tutta l’attenzione e la destrezza del chirurgo più esperto.

Qualsiasi paziente stia considerando la possibilità di modificare l’aspetto del proprio naso deve fare valutazioni approfondite scegliendo con attenzione il professionista a cui rivolgersi per la rinoplastica primaria e con ancora maggior scrupolo e cautela il chirurgo della revisione.

Pietro Palma oggi è considerato il miglior chirurgo per rinoplastica secondaria a Milano. Nell’arco della sua pratica chirurgica specialistica più che ventennale, Pietro Palma e la sua équipe hanno affrontato una vasta casistica di problematiche estetiche e funzionali di complessità variabile. Il chirurgo specialista in revisioni può infatti trovarsi a dover fronteggiare gravi alterazioni strutturali a carico dello scheletro osseo e cartilagineo sia del naso esterno che del naso interno. Tali ricostruzioni ad elevata complessità tecnica configurano situazioni estreme che richiedono utilizzo di cartilagine dello stesso soggetto prelevate da sedi diverse dal naso (orecchio, costole).

Se desideri maggiori informazioni sulle rinoplastiche secondarie/terziarie, e se vuoi scoprire se sei candidato ideale a una procedura di revisione, prendi appuntamento con il chirurgo specialista in rinoplastica a Milano per una valutazione senza impegno.

Contattaci

Pietro PALMA Chirurgo Rinoplastica


FAQ

IN CHE COSA CONSISTE LA CONSULTAZIONE?

La consultazione è finalizzata a porre una corretta diagnosi morfo-funzionale del naso e a inquadrare lo stato generale di salute mediante valutazione dei sintomi, esame rinoendoscopico del naso interno, analisi morfologica del naso esterno ed eventualmente fotografie standard con attrezzature professionali.

LA CONSULTAZIONE È GRATUITA?

La consultazione non è finalizzata a “vendere” un prodotto. Non può essere gratuita perché si tratta di consulenza qualificata, della durata di 30’-45’, effettuata da un esperto di elevata specializzazione in un moderno studio medico specialistico dotato di attrezzature di alta tecnologia.

QUANTO COSTA L’INTERVENTO?

Non esiste un costo standard perché ogni caso è diverso, e i costi sono in relazione all’estensione dell’intervento, e ai conseguenti tempi di utilizzo della sala operatoria.

I pazienti che ne fanno richiesta ricevono quotazione entro 48-72 ore dopo la consultazione. La quotazione – inviata via email – è estremamente dettagliata nelle voci di spesa (onorari medici, costi della clinica inclusa una notte di degenza, programmazione pre-operatoria – foto professionali, fotoanalisi digitale e simulazioni -, medicazioni post-operatorie e controlli fino a 12 mesi) in modo da azzerare il rischio di sorprese di costi “nascosti”.

CHE TECNICA CHIRURGICA USA?

La mia regola è che debba essere il chirurgo ad adattarsi all’anatomia del paziente, e non viceversa. Il chirurgo deve possedere un bagaglio di tecniche molto ampio, tale da permettere di selezionare la tecnica in grado di raggiungere il massimo dell’obiettivo con il minimo dei rischi. Preferisco operare dall’interno (chiuso o endonasale) senza lasciare cicatrici esterne e senza eccessi di chirurgia. Nei casi complessi, adotto un approccio “ibrido” che mi permette di utilizzare le tecniche tipicamente usate nella rinoplastica open (innesti, suture) ma senza “aprire” il naso. In casi di revisione o di malformazioni che necessitano di ricostruzioni estese, utilizzo la tecnica aperta.

Seguici su Instagram!

🇮🇹 GRAZIE, AZZURRI! FORZA ITALIA!
La vita è un susseguirsi di alti e bassi. Spesso inaspettati.

E’ facile gioire per gli alti, ma a nostre spese impariamo che dobbiamo affrontare i bassi con coraggio e dignità.

Che GIOIA ieri sera 11 Luglio 2021: ITALIA CAMPIONE d’Europa di calcio! Ancora più intensa in compagnia di buoni amici!

Oggi riflettevamo a come questa notte di felicità possa influire sulla psicologia collettiva di un popolo.
Nel 2020 l’Italia è il primo paese del mondo occidentale a subire la violenza, tanto devastante quanto inaspettata, della pandemia. In questa notte di Luglio 2021 il paese sembra RINATO, almeno per una notte.
Prendiamolo come un buon AUSPICIO per il FUTURO.
Di ognuno di noi.
Grazie Azzurri! Un grazie speciale a Mancini, Bonucci, Chiellini, Chiesa e al “muro” Donnarumma per donarci questi momenti di piena felicità.

🇬🇧 THANKS, AZZURRI! Life is a circle of ups and downs. Very often, they are unexpected.
We should enjoy the happiness of the ups moments and face the downs with courage and dignity.

Yesterday was a TRUE moment of happiness for us that we shared with good friends. Such a nice domestic atmosphere!

Today we were reflecting about the psychological impact of becoming Europe’s football champions on the mood of the “average” Italian person.

In 2020, Italy was the FIRST Western country to experience the tremendous violence of the pandemic.
In this July 2021, all the country – at least for one night – seems to be REBORN.

Let’s take it a good auspice for the future. For each and everyone of us.
THANKS Azzurri!
Special thanks go to Mancini, Bonucci, Chiellini, Chiesa and “The Wall” Donnarumma for giving us true moments of full happiness.

#vittoria #victory #azzurri #forzaazzurri🇮🇹 #graziedicuore❤️ #thanks #euro2020 #italy🇮🇹
...

43 2

🇮🇹 GRAZIE, AZZURRI! FORZA ITALIA!
La vita è un susseguirsi di alti e bassi. Spesso inaspettati.

E’ facile gioire per gli alti, ma a nostre spese impariamo che dobbiamo affrontare i bassi con coraggio e dignità.

Che GIOIA ieri sera 11 Luglio 2021: ITALIA CAMPIONE d’Europa di calcio! Ancora più intensa in compagnia di buoni amici!

Oggi riflettevamo a come questa notte di felicità possa influire sulla psicologia collettiva di un popolo.
Nel 2020 l’Italia è il primo paese del mondo occidentale a subire la violenza, tanto devastante quanto inaspettata, della pandemia. In questa notte di Luglio 2021 il paese sembra RINATO, almeno per una notte.
Prendiamolo come un buon AUSPICIO per il FUTURO.
Di ognuno di noi.
Grazie Azzurri! Un grazie speciale a Mancini, Bonucci, Chiellini, Chiesa e al “muro” Donnarumma per donarci questi momenti di piena felicità.

🇬🇧 THANKS, AZZURRI! Life is a circle of ups and downs. Very often, they are unexpected.
We should enjoy the happiness of the ups moments and face the downs with courage and dignity.

Yesterday was a TRUE moment of happiness for us that we shared with good friends. Such a nice domestic atmosphere!

Today we were reflecting about the psychological impact of becoming Europe’s football champions on the mood of the “average” Italian person.

In 2020, Italy was the FIRST Western country to experience the tremendous violence of the pandemic.
In this July 2021, all the country – at least for one night – seems to be REBORN.

Let’s take it a good auspice for the future. For each and everyone of us.
THANKS Azzurri!
Special thanks go to Mancini, Bonucci, Chiellini, Chiesa and “The Wall” Donnarumma for giving us true moments of full happiness.

#euro2020 #euro2021 #forzaazzurri #forzaitalia #grazieazzurri #italia
...

172 36

🇮🇹 GRAZIE, AZZURRI! FORZA ITALIA!
La vita è un susseguirsi di alti e bassi. Spesso inaspettati.

E’ facile gioire per gli alti, ma a nostre spese impariamo che dobbiamo affrontare i bassi con coraggio e dignità.

Che GIOIA ieri sera 11 Luglio 2021: ITALIA CAMPIONE d’Europa di calcio! Ancora più intensa in compagnia di buoni amici!

Oggi riflettevamo a come questa notte di felicità possa influire sulla psicologia collettiva di un popolo.
Nel 2020 l’Italia è il primo paese del mondo occidentale a subire la violenza, tanto devastante quanto inaspettata, della pandemia. In questa notte di Luglio 2021 il paese sembra RINATO, almeno per una notte.
Prendiamolo come un buon AUSPICIO per il FUTURO.
Di ognuno di noi.
Grazie Azzurri! Un grazie speciale a Mancini, Bonucci, Chiellini, Chiesa e al “muro” Donnarumma per donarci questi momenti di piena felicità.

🇬🇧 THANKS, AZZURRI! Life is a circle of ups and downs. Very often, they are unexpected.
We should enjoy the happiness of the ups moments and face the downs with courage and dignity.

Yesterday was a TRUE moment of happiness for us that we shared with good friends. Such a nice domestic atmosphere!

Today we were reflecting about the psychological impact of becoming Europe’s football champions on the mood of the “average” Italian person.

In 2020, Italy was the FIRST Western country to experience the tremendous violence of the pandemic.
In this July 2021, all the country – at least for one night – seems to be REBORN.

Let’s take it a good auspice for the future. For each and everyone of us.
THANKS Azzurri!
Special thanks go to Mancini, Bonucci, Chiellini, Chiesa and “The Wall” Donnarumma for giving us true moments of full happiness.

#calcio #forzaazzurri #europei2021 #europei2020 #forzaitalia #grazieazzurri #euro2021 #euro2020 #graziedicuore❤️ #thankyou
...

24 1
This error message is only visible to WordPress admins

Error: API requests are being delayed. New posts will not be retrieved for at least 5 minutes.